Backup: come farlo all’avvio del PC

Backup: come farlo all'avvio del PCAvviare il PC da un supporto di emergenza ed effettuare il backup del contenuto di hard disk e SSD è il miglior modo per mettere al sicuro tutti i dati e avere la certezza di poter ripristinare il sistema in caso di bisogno.

E’ possibile usare sempre il supporto di avvio Win10XPE per inserirvi i principali software di backup per Windows.

Una volta installato e poi aperto il programma, cliccando sulla sezione Apps, HD Tasks nella colonna di sinistra quindi spuntando le varie caselle presenti, si potrà richiedere la creazione automatica di un supporto di avvio basato su Windows PE contenente programmi come Acronis TrueImage 2020, AOMEI Backupper e Macrium Reflect Free.

In aggiunta, verranno inserite anche note e apprezzate applicazioni quali AOMEI Partition Assistant e MiniTool Partition Wizard; queste ultime utili per la gestione delle partizioni presenti nei dischi fissi.Tutti i programmi citati sono gratuiti e inseriti nelle rispettive versioni free.

L’unica eccezione è Acronis TrueImage 2020: per poter utilizzare il programma dal supporto di avvio Windows PE creato con Win10XPE, bisognerà cliccare sulla voce Apps, HD Tasks, Acronis TrueImage 2020 quindi inserire il numero di serie della propria copia del software, regolarmente acquistata, nell’apposita casella.

Dopo aver indicato la lettera di unità assegnata al contenuto del file ISO contenente il supporto d’installazione di Windows 10 (come spiegato nell’articolo Windows PE: avviare il sistema operativo da un supporto di emergenza; pulsante Select the Windows 10 source folder), cliccando sul pulsante Play in alto verrà dapprima avviata la procedura di configurazione dell’ambiente Windows PE quindi la generazione del file Win10XPE_x64.ISO o Win10XPE_x86.ISO sui vecchi sistemi Windows a 32 bit

Durante la procedura di creazione del supporto di avvio, Win10XPE potrebbe fermarsi per alcuni minuti: ciò è dovuto al fatto che selezionando Acronis TrueImage 2020 e AOMEI Backupper si dovrà necessariamente procedere al download di un importante quantitativo di dati (circa 550 MB per il software di Acronis, 110 MB per quello di AOMEI).

Indipendentemente dal programma utilizzato, è bene collegare al PC un dispositivo di archiviazione di appoggio, interno od esterno. Va comunque evidenziato come Win10XPE supporta anche la gestione delle principali schede di rete (grazie ai driver che il pacchetto integra).

È quindi possibile usare i vari software per memorizzare gli archivi di backup su una cartella condivisa in rete locale (NAS, server, semplice cartella condivisa su un altro sistema,…).In caso di guasti, lo stesso supporto di avvio Win10XPE potrà essere utilizzato per effettuare il boot della macchina e ripristinare la copia di backup creata in precedenza e memorizzata su un altro supporto di memorizzazione o in rete locale.

Si consiglia sempre,prima di fare un Backup di effettuare una scansione con il proprio Antivirus per evitare di creare copie infette del vostro HD (Quale Antivirus installare)

Fonte: Il Software portale d'informazione informatica e tecnologica